Lab.Archeometrico > Attrezzatura

Introduzione
Analisi Metalli
Analisi Ceramica
Analisi Funzionali Pavimenti
Analisi Funzionali Ceramica
Collaborazioni
Attrezzatura
Staff


Dotazioni Laboratorio Archeometrico

Profilo del Laboratorio di Archeometallurgia
Il laboratorio di Archeometallurgia è dotato di una serie di attrezzature necessarie alle operazioni di analisi metallografia dei manufatti e delle scorie ed all’archiviazione dei dati su supporti informatici.
Per le operazioni di preparazione di sezioni lucide l’attrezzatura disponibile è composta da due troncatrici (Troncatrice TR100 con lama da 20 cm, per gli oggetti di più grandi dimensioni e per le scorie e Troncatrice Micromet M, per i tagli di precisione su piccoli oggetti o reperti particolari) e da una lucidatrice (modello LS 2) con kit di carte abrasive e panni diamantati per la lucidatura fino a 1 micron della sezione. Per l’osservazione microscopica dei campioni il laboratorio è dotato di un microscopio ottico metallografico Zeiss (modello Axiovert 10), con ingrandimenti fino al1000X ed una fotocamera digitale Sony (modelloDSC C85).

Profilo del Laboratorio di Archeometria della Ceramica
La sezione ceramica del laboratorio di archeometria è dotata di strutture per la lettura dei campioni macroscopici (microscopio binoculare), di quelli sezionati (MO - microscopio ottico a luce polarizzata) e per l’archiviazione informatica dei dati raccolti. Il laboratorio è dotato inoltre dell’apparecchiatura necessaria per preparare i campioni di ceramica per l’analisi in sezione sottile. La dotazione consiste in una macchina Microtroncatrice MICROMET per il taglio, il retrotaglio e l’assottigliamento; in un sistema per impregnazione o inglobamento in campana sottovuoto; in una piastra riscaldante per velocizzare il tempo di polimerizzazione delle resine epossidiche per l’incollaggio dei campioni su vetrino; in un sistema di incollaggio di campioni mineralogici su vetrini a 4 posizioni; in una mola a tamburo da applicare sulla MICROMET per l’assottigliamento del campione. La lucidatura della sezione avviene mediante una PULITRICE MOD. “LS2” utilizzata anche per la preparazione di campioni metallografici.

Profilo del Laboratorio per le Analisi Funzionali dei materiali Archeologici.
Il laboratorio è dotato dei reagenti e della vetreria necessari per realizzare spot test per la determinazione della presenza di acidi grassi, residui proteici, fosfati nei campioni analizzati e di un pH-ametro portatile Hanna.