Master Universitario di II° livello in

"Archeologia e Storia dell’alto medioevo: interpretazione, analisi e valorizzazione delle fonti, sistemi informatici e pratiche di gestione"


Poggibonsi (SI), giugno 2007 - giugno 2008 Cassero della Fortezza Medicea di Poggio Imperiale


Università degli Studi di Siena -
Università Ca' Foscari di Venezia - Università degli Studi di Padova

E’ attivato presso il "Centro interuniversitario per la storia e l’archeologia dell’alto medioevo" delle Università di Siena, Venezia e Padova, cui aderiscono il Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti e il Dipartimento di Storia dell’Università degli Studi di Siena, il Dipartimento di Studi Storici e il Dipartimento di Scienze dell’Antichità e del Vicino Oriente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, il Dipartimento di Scienze dell’Antichità e il Dipartimento di Storia dell’Università degli Studi Padova, il Master Universitario di II livello in "Archeologia e Storia dell’alto medioevo: interpretazione, analisi e valorizzazione delle fonti, sistemi informatici e pratiche di gestione" (MUASA).


Si svolgerà presso il Cassero della Fortezza medicea di Poggio Imperiale a Poggibonsi, dove saranno disponibili laboratori e spazi per le pratiche archeologiche.

Le domande di ammissione dovranno essere presentate o fatte pervenire presso l’Ufficio Formazione e Post-Laurea (Via S. Bandini n. 25 – 53100 Siena; tel. 0577/232327; fax 0577/232307) entro e non oltre il 16 maggio 2007.

La tassa di iscrizione è fissata in 2000 €. E’ previsto il rimborso totale della tassa di iscrizione al primo classificato della graduatoria di merito che verrà stilata a conclusione del Master.


Il MUASA intende fornire impianto teorico, metodologie e tecniche:

  • per la ricerca, da svolgere anche con il supporto di strumenti avanzati di gestione delle informazioni, sulle fonti scritte e materiali relative dal tardo antico all’XI secolo (con la possibilità, per leggere correttamente determinati fenomeni di lungo periodo, di giungere sino alle soglie dell’età moderna);

  • per la pianificazione e la progettazione degli interventi di individuazione delle risorse di valorizzazione, integrati nelle diverse realtà territoriali;

  • per l'organizzazione, la gestione economica e la fruizione dei beni archeologici, storico artistici e architettonici;

  • per la progettazione di interventi conservativi sia di carattere areale (parchi archeologici tradizionali) sia di carattere sistemico (valorizzazione diffusa);

  • per l’ottimizzazione delle pratiche di conservazione della documentazione archeologica

La didattica del Muasa è articolata secondo moduli e prevede la frequenza di 500 ore tra lezioni, laboratori e attività di scavo con il conseguimento di 62 crediti formativi universitari.

Vengono individuate all'interno del percorso formativo le seguenti aree disciplinari:

  • Area Archeologica (21 crediti). Responsabili: Gian Pietro Brogiolo, Sauro Gelichi, Riccardo Francovich, Marco Valenti (Stage presso lo scavo archeologico di Poggio Imperiale a Poggibonsi)

  • Area Storica (15 crediti). Responsabili: Maria Cristina La Rocca, Stefano Gasparri, Maria Ausiliatrice Ginatempo

  • Area Legislazione dei Beni Culturali, gestione parchi e musei (8 crediti). Responsabili: Antonio De Martinis

  • Area Informatica e delle Tecnologie (13 crediti). Responsabili: Marco Valenti, Andrea Zorzi

La verifica finale, consistente nella presentazione di una tesi di Master universitario, conferisce altri 5 crediti.


Gli iscritti al Master possono fare richiesta dei voucher erogati dalla Regione Toscana nell’ambito del Programma P.O.R. Ob. 3, misura C3 (vedi http://www.rete.toscana.it/sett/orient/fp/index.htm)


Per ulteriori informazioni contattare la dott.ssa Valérie Benvenuti, 347/9410346, 0577/233677 (Laboratorio di Informatica applicata all’Archeologia Medievale, Università di Siena), 0577/983865 (Laboratori dell’Area di Archeologia medievale dell’Università di Siena presso  il Cassero di Poggibonsi).