Università degli Studi di Siena

Monte di Croce - La chiesa di X - XI secolo

All’interno dell'edificio di XII secolo, coperto da livelli di crollo di spessore variabile, è stata identificata una chiesa antecedente, di forma analoga ma di dimensioni minori (13 m x 6,50 m), rasata fino al livello di fondazione.


L’accesso era garantito da un ingresso laterale, costituito da una soglia monolitica, mentre non è possibile stabilire se esisteva anche un ingresso sul lato ovest, poichè il muro di facciata si è conservato solo in fondazione.

Foto zenitale della chiesa - jpg image 56 Kb

I crolli coprivano inoltre un piano pavimentale in cocciopesto, in buono stato di conservazione soprattutto lungo il muro perimetrale nord.

La pavimentazione occupa la parte riservata ai fedeli ed è costruita su una preparazione molto compatta di pietre impostate in alcuni punti direttamente sulla roccia, appositamente livellata da strati di argilla.

Una base in muratura di forma quadrangolare, posta nella parte mediana della chiesa, potrebbe essere interpretata come il sostegno di un
pulpito, costruito in una seconda fase.
Accanto a questa base è stata rinvenuta una catenella in bronzo utilizzata per sorreggere un incensiere.

L'area presbiteriale era pavimentata con lastre di arenaria e calcare poggiate su un ‘vespaio’ formato da ciottoli e posto a regolarizzare i dislivelli della roccia.
In posizione centrale si trova una
base quadrangolare pavimentata a lastre, probabile alloggio dell’altare.

La chiesa presentava ad est una
terminazione absidata, semicircolare, conservata parzialmente.