Università degli Studi di Siena

Castello di Montarrenti - Area 1000

L'area 1000 é delimitata da una massiccia muratura, ricostruita e restaurata numerose volte, e da due edifici medievali. La sequenza stratigrafica individua almeno quattro grandi periodi:


A) sul pendio collinare roccioso, regolarizzato artificialmente, sono state rinvenute da sei ad otto buche di palo di grandi dimensioni, appartenenti ad almeno due fasi costruttive o insediative distinte. Dopo la demolizione della fase più tarda degli edifici in legno, la zona viene parzialmente riempita con terra di riporto

B) probabilmente nel X secolo, viene costruito, direttamente sulla roccia, il primo muro di cinta che subisce, quasi immediatamente, una distruzione fino alle fondamenta (seguono numerose ricostruzioni fra XI e XII secolo); su deliberati accumuli di terra e fango, a ridosso delle mura, vengono quindi costruiti uno o più edifici in legno in una sequenza di 6-8 fasi che raggiungono cronologicamente il XII secolo


C) alla fine del XII secolo l'area é occupata dal cantiere della torre che viene costruita a ridosso della terrazza; tra XII e XIII secolo la cinta muraria subisce altre ristrutturazioni e nell'angolo sud-est viene aperta una porta. L'area é ridotta a spazio aperto dopo che, appoggiata alle mura, é costruita una struttura interpretata come latrina


D) nel XIV secolo si assiste al crollo della parte centrale del muro di cinta, alla tamponatura della porta e alla perdita di funzione della latrina; segue un intervento di terrazzamento e riduzione ad orto dell'intera area nel tardo XIV secolo; nel XIX secolo il limite ovest della terrazza viene esteso e sul nuovo spazio vengono costruiti uno stanzino per maiali e delle tettoie.