Università degli Studi di Siena

Castello di Montarrenti - Area 2000

L'area 2000 occupa una parte del borgo al di sotto del Cassero e include un'abitazione contadina e parte della viabilità bassomedievale.

Lo scavo ha richiesto quattro campagne (1982-1985) ed ha individuato quattro fasi di vita (databili fra il X-XI e il XV secolo) e una di abbandono del sito.


Fase 1. Le capanne: le prime tracce di frequentazione dell'area sono rappresentate da buche di palo relative ad una o più capanne. All'interno, sul pavimento costituito dalla roccia livellata, sono stati individuati resti di un focolare delimitato da quattro buche disposte secondo uno schema quadrato.

Fase 2. Le prime strutture in pietra: i resti di tre muri realizzati con pietrame non lavorato, di dimensioni molto varie, sono ciò che rimane del perimetro di un edificio, con un'area destinata a focolare, il cui pavimento si estendeva fino a coprire interamente l'interno dell'abitazione. Probabilmente la parte superiore delle pareti e le coperture erano costituite da legno e da altri materiali deperibili.

Fase 3. Le trasformazioni di età romanica: in quest'area i resti delle murature, costruite con conci squadrati e legati con malta di calce, farebbero pensare a più costruzioni distinte. Tuttavia ben poco possiamo dire perché, nelle fasi successive, tali edifici furono quasi completamente demoliti.

Fase 4. La casa contadina: nei secoli XIII-XIV si costruì una casa contadina, articolata su due piani, che riutilizzava le strutture preesistenti. Il piano superiore era destinato ad abitazione, con una finestra sul muro meridionale, due nicchie sul muro occidentale e una soglia di porta sul muro orientale. Il pavimento era costituito da assi di legno, poggiati, in parte, sulla roccia e, in parte, sulla terra. Il piano inferiore, inizialmente adibito a stalla, conteneva due mangiatoie e il pavimento era costituito da un tratto di roccia livellata da lastre spianate. In una fase seguente l'ambiente inferiore venne trasformato in cantina, l'accesso esterno venne tamponato e fu, probabilmente, aperta una comunicazione interna.

Fase 5. L'abbandono: ad un certo punto l'edificio venne abbandonato: l'area é coperta da tegole del tetto e dai crolli dei muri. Successivamente altri strati di crollo, provenienti dalla parte alta dell'insediamento, obliterano completamente la zona che, dal XV secolo, sembra non essere più frequentata.