Università degli Studi di Siena

Castello di Montarrenti - La Torre B

La torre B venne costruita, probabilmente alla fine del XII secolo, lungo il margine orientale del cassero, con un lato coincidente con un antico muro di cinta.

Alla base della torre, sul lato settentrionale, si trova l'area 1000, mentre sui lati meridionale e occidentale sono state addossate, in tempi diversi, abitazioni rurali, rimesse agricole e la scala di accesso al primo piano della torre stessa.

L'interno é suddiviso da una serie di tramezzature, probabilmente ottocentesche, ma in origine era costituito da una serie di stanze, una per ognuno dei tre piani che appartenevano alla fase medievale dell'edificio.

Successivamente venne rialzata la soffitta, con la costruzione di una colombaia e di una copertura a 'capanna'. Scale di legno collegavano, internamente, il primo ed il secondo piano, mentre il piano terreno non comunicava con i piani superiori.

La storia della torre comincia con la costruzione del muro a retta, su una scarpata naturale, e del piano terreno. Il materiale impiegato é il travertino, probabilmente proveniente dai pressi di Frosini, sulla strada per Roccastrada.

Successivamente é rialzato il primo piano con calcari locali e infine si costruisce il secondo piano e poi la colombaia utilizzando materiali locali e reimpiegando il travertino proveniente dai crolli di qualche edificio circostante.