VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale - Matera, 12-15 settembre 2018 SAMI - Atti dei Congressi Nazionali Premio Ottone d'Assia e Riccardo Francovich

Il nostro presidente Giuliano Volpe nominato presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e Paesaggistici

Siamo orgogliosi di annunciare a tutti i soci ed ai followers la nomina a presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e Paesaggistici di Giuliano Volpe, attuale presidente della nostra società.

Possibile chiusura del Museo Nazionale dell'Alto Medioevo di Roma

Comunicato stampa - 8 febbraio 2014

La Sami, Società degli Archeologi Medievisti Italiani, esprime profonda preoccupazione per le notizie circolate in questi giorni sulla possibile chiusura del Museo Nazionale dell'Alto Medioevo di Roma presso il Palazzo delle Scienze al quartiere dell'EUR.

Articolo di Giuliano Volpe su Il Manifesto sulla chiusura del Museo dell'Alto Medioevo di Roma

Articolo di Giuliano Volpe su Il Manifesto sulla chiusura del Museo dell'Alto Medioevo di Roma

Il presidente della Sami, Giuliano Volpe, interviene oggi su Il Manifesto, con un articolo sulla chiusura del Museo dell'Alto Medioevo di Roma.
La Società ha iniziato a combattere questa battaglia e non si fermerà.
Vogliamo salvare questo museo, unico nel suo genere.

Bando premio Ottone D'Assia e Riccardo Francovich 2014

Bando premio Ottone D'Assia e Riccardo Francovich 2014

Premio Ottone D'Assia e Riccardo Francovich per la migliore opera giovanile in archeologia medievale

Bando 2014
La Società degli Archeologi Medievisti Italiani, di concerto con l’Editore All’Insegna del Giglio, per ricordare la figura degli illustri studiosi e promuovere lo sviluppo e la valorizzazione della disciplina, bandisce un Premio Annuale da conferire ad un giovane ricercatore, consistente nella pubblicazione di un'opera inedita d'ambito archeologico medievistico.

 

Comunicato stampa - 13 dicembre 2013

Comunicato stampa - 13 dicembre 2013

È di questi giorni la pubblicazione del bando predisposto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo finalizzato all'attuazione di un "programma straordinario di digitalizzazione del patrimonio culturale". Si prevede uno stage formativo di un anno per 500 ‘giovani’ laureati under 35 in discipline attinenti la conservazione del patrimonio culturale.

Pagine