VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale - Matera, 12-15 settembre 2018 SAMI - Atti dei Congressi Nazionali Premio Ottone d'Assia e Riccardo Francovich

Tu sei qui

Premio Francovich 2014

Martedì 25 Novembre 2014 ore 10
Roma

Il 9 dicembre 2014 alle ore 11, presso il Museo Archeologico Nazionale Romano "Crypta Balbi" in via delle Botteghe Oscure 31, si terrà la cerimonia di conferimento dei riconoscimenti ai vincitori della II edizione del Premio intitolato ALLA MEMORIA DEL PROF. RICCARDO FRANCOVICH, per premiare il miglior museo o parco archeologico nazionale a tema medievale. Il premio, istituito dalla SOCIETÀ DEGLI ARCHEOLOGI MEDIEVISTI ITALIANI (SAMI), vuole ricordare uno dei fondatori del sodalizio e soprattutto il suo instancabile impegno nella mediazione e diffusione dei risultati della ricerca archeologica post-classica verso il grande pubblico. Attraverso il nome di questo indimenticato studioso e il Premio a lui intitolato, la SAMI intende contribuire concretamente ad incoraggiare tutte le iniziative che promuovono la conoscenza di siti e musei archeologici che custodiscono tracce importanti del patrimonio storico-archeologico di età tardoantica e medievale. Un tesoro di memorie diffuso ovunque sul nostro territorio nazionale, ma forse ancora non conosciuto e valorizzato come meriterebbe.

Quest'anno i soci della SAMI, con il loro voto, hanno deciso di premiare il MUSEO ARCHEOLOGICO DELLA CRYPTA BALBI, a Roma. Aperto nel 2000, questo Museo racconta la storia di Roma nel passaggio fra l'Antichità e il Medio Evo attraverso l'esposizione dei reperti provenienti dagli scavi condotti nell'area, iniziati nel 1980 e diretti per molti anni da Daniele Manacorda, e anche di altri importantissimi oggetti d'inestimabile valore storico e artistico, a lungo rimasti sepolti e dimenticati nei magazzini delle Soprintendenze e di altri musei romani. Diretto dall'archeologa della Soprintendenza di Roma Laura Vendittelli sin dalla sua apertura al pubblico, questo museo si segnala sia per il suo enorme valore storico, sia per la qualità dell'esposizione che lo rende uno dei più validi a Roma per capacità di comunicazione verso il pubblico dei visitatori. Il Museo della Crypta Balbi ha anche avuto il merito di non essere stato in questi anni un luogo statico e ingessato: il fatto di essere stato realizzato all'interno di uno dei siti archeologici più importanti di Roma, gli ha permesso di essere continuamente arricchito con materiali e informazioni derivanti dalle scoperte e dagli scavi che la Soprintendenza vi ha continuato a svolgere nel corso dell'ultimo quindicennio. E questa è davvero una delle qualità che rendono la Crypta Balbi uno dei più affascinanti e sorprendenti luoghi di Roma: accanto alla visita delle collezioni è infatti possibile effettuare quella degli ambienti sotterranei indagati da trenta anni a questa parte, celati al di sotto delle case di età moderna, ove sono stati scoperti e resi accessibili percorsi alla scoperta di edifici e strade di epoca romana e medievale. Duemila anni di storia della Capitale si srotolano di fronte ai nostri occhi, in un palinsesto d'inestimabile valore, fra i resti del teatro di Lucio Cornelio Balbo e quelli di case e spazi pubblici di cui gli scavi archeologici hanno rivelato la perfetta corrispondenza con quanto descritto dalla Forma Urbis, la celebre pianta marmorea di Roma realizzata nel III secolo d.C. 

Il Premio Speciale del Comitato Scientifico è stato attribuito quest'anno ad ALESSANDRO BARBERO, professore ordinario di Storia Medievale presso l'Università del Piemonte Orientale. Barbero, che vanta una produzione scientifica specialistica cospicua e di altissimo livello, è però noto al di là degli ambienti accademici per la sua intensa e poliedrica attività di divulgazione di temi ed episodi della "grande storia" europea, condotta attraverso libri di grande chiarezza e impatto narrativo, con la partecipazione a programmi televisivi di notevole popolarità, come "Superquark" e nella collaborazione con importanti testate giornalistiche nazionali. Nel 1996 ha vinto il Premio Strega con il romanzo storico "Bella vita e guerre altrui di Mister Pyle, gentiluomo", pubblicato da Mondadori. 

La cerimonia di conferimento dei premi si terrà quest'anno proprio mpresso la sede del Museo della Crypta Balbi e vedrà la partecipazione del presidente della Sami, GIULIANO VOLPE, del Soprintendente ai Beni Archeologici di Roma, MARIA ROSARIA BARBERA, e dell'archeologo DANIELE MANACORDA, autore dei primi scavi nell'area, che ripercorrerà la storia di questo importantissimo sito archeologico. Ritirerà il premio conferito al Museo la sua direttrice, dott.ssa LAURA VENDITTELLI. Consegnerà i premi il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, on.le DARIO FRANCESCHINI, che terrà anche le conclusioni.

La SAMI desidera rivolgere al Ministro e a tutta la struttura della Soprintendenza speciale per i Beni Archeologici di Roma il suo più sentito ringraziamento per aver permesso che la manifestazione si svolgesse proprio  nell'affascinante cornice del Museo cui i Soci hanno inteso tributare il proprio riconoscimento.