VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale - Matera, 12-15 settembre 2018 SAMI - Atti dei Congressi Nazionali Premio Ottone d'Assia e Riccardo Francovich

Tu sei qui

Arabia e Palaestina dall'impero al califfato (Premio Ottone d'Assia e Riccardo Francovich 2004)

Arabia e Palaestina dall'impero al califfato (Premio Ottone d'Assia e Riccardo Francovich 2004)
Autore: 
Barbara Bianchi
Collana: 
Premio Ottone D'Assia e Riccardo Francovich
Luogo di stampa: 
Firenze
Casa editrice: 
All'Insegna del Giglio
Anno di pubblicazione: 
2007
Abstract: 

A seguito della conquista islamica e della suddivisione della diocesi d'Oriente in distretti militari il territorio delle Provinciae Arabia e Palaestina fu ripartito tra lo Jund al-Urdunn a nord e lo Jund Dimashq e/o Filastin a sud. La trasformazione politica, economica e sociale che interessò in quest'area le realtà urbane tra la fine del III e il IX secolo d.C. è ben esemplificata da tre città della Decapolis: Philadelphia, Gerasa e Pella. L'evoluzione del paesaggio rurale è documentata dai dati raccolti nel corso dei progetti di ricognizione condotti in anni recenti in Giordania, quale quello nell'alta valle del wadi az-Zarqa/wadi ad-Dulayl, area che funge tra l'altro da lente di ingrandimento per la realtà giordana centro-settentrionale. L'occupazione islamica, che non sembra aver sconvolto radicalmente il paesaggio urbano e rurale, si inserì in una realtà in trasformazione, e contribuì alla diversificazione del sistema insediativo favorendo lo sviluppo di una nuova forma di occupazione del territorio, i cosiddetti"castelli del deserto".
Il ruolo di terra dei "principi" ricoperto da questa regione del nascente impero islamico in epoca omayyade venne meno con l'affermazione del califfato abbaside e il conseguente spostamento della capitale a Baghdad; l'area divenne periferica e fu condannata alla recessione.

Indice: 

Presentazione, di Gian Pietro Brogiolo

 Premessa

I. Arabia e Palaestina: il territorio, la storia e la tradizione degli studi
 1. Geomorfologia e cenni storici
 2. Storia delle esplorazioni e delle ricerche archeologiche

II. Città e territorio
  Introduzione
 1.  Philadelphia-‘Amman
  1.1 Il sito  
  1.2 La storia delle ricerche
  1.3 La storia dell’insediamento
   Epoca romana
   Epoca tardoantica e bizantina
   Epoca islamica
 2.  Gerasa-Jerash
  2.1 Il sito  
  2.2 La storia delle ricerche
  2.3 La storia dell’insediamento
   Epoca romana
   Epoca tardoantica e bizantina
   Epoca islamica
 3. Pella-Tabaqat Fahl
  3.1 Il sito  
  3.2 La storia delle ricerche
  3.3 La storia dell’insediamento
   Epoca romana
   Epoca tardoantica e bizantina
   Epoca islamica
 4. Un territorio campione nell’alta valle del wadi az-Zarqa / wadi ad-Dulayl
  4.1 Metodologia d’indagine
  4.2 Schedatura descrittiva dei siti
  4.3 Genesi e sviluppo delle realtà rurali nell’alta valle del wadi az-Zarqa / wadi ad-Dulayl
  4.4 Il caso del wadi az-Zarqa / wadi ad-Dulayl a confronto con le altre ricognizioni condotte in territorio giordano
  4.5 Appendice
   Osservazioni introduttive: la ceramica bizantina e protoislamica nel Vicino Oriente
   La ceramica di ricognizione dell’alta valle del wadi az-Zarqa / wadi ad-Dulayl
 5. I “castelli del deserto”: un nuovo modello insediativo?
  5.1 I Ghassanidi e gli Omayyadi: un’eredità complessa
  5.2 Dalle tenute agricole ai “palazzi”
  5.3 Siti di fondazione romano-bizantina e siti di fondazione omayyade

III. Considerazioni conclusive
 1. Modelli interpretativi: continuità / discontinuità nelle fasi di transizione
 2. La città romana, la città tardoantica, la città islamica
  2.1 Dalla città romana alla città tardoantica: i casi di Philadelphia-Amman, Gerasa-Jerash, Pella-Tabaqat Fahl
  2.2 La città islamica: Philadelphia-‘Amman, Gerasa-Jarash, Pella-Tabaqat Fahl
 3. Città, villaggi e territorio: un fenomeno di interazione?

Bibliografia  

Indice dei luoghi e dei nomi di persona