15 Luglio 2014

Area 4 - Settore B. Messa in luce dei due inumati rinvenuti nella zona meridiona

Area 4
Oggi l'indagine si è concentrata all'interno dell'ampliamento realizzato ieri: durante le prime ore della mattinata è stato effettuato il rilievo della lastra di copertura dell'inumato SK43 e successivamente abbiamo rimosso i tre frammenti di lastra. Nonostante la tipologia sepolcrale suggerisca una sepoltura in spazio vuoto, alcune caratteristiche anatomiche potrebbero suggerire una decomposizione del corpo in spazio pieno oppure in spazio vuoto con riempimento differito. Ultimando la messa in luce chiariremo quest'aspetto, come per quanto riguarda il sesso e l'età.
Immediatamente ad est dell'inumato SK43 abbiamo ripulito il muro US 69, il quale verso nord si interrompe, probabilmente a causa di una spoliazione e verso sud prosegue al di sotto della sezione. Ieri avevamo ipotizzato che potesse trattarsi della chiesa di Santa Cristina in Caio, dato soprattutto il fatto che il muro in questione è absidato.
La sepoltura SK44 individuata già ieri però taglia il letto di malta del muro US 69, quindi crediamo a questo punto che la struttura che parzialmente stiamo mettendo in luce sia in realtà un'ambiente di età romana, che al momento è difficile identificare con certezza.

Area 5
Nella parte meridionale del settore C è proseguito lo scavo dell'US 63, strato di terra argillosa di colore rosso frammista a numerosi reperti ceramici ed a scarti di produzione interpretabile come scarico dei materiali della fornace di età romana (I secolo a.C.-II secolo d.C.). Lo strato ha uno spessore abbastanza elevato e potrebbe riempire una grande fossa, probabile segno di una attività produttiva piuttosto consistente.
Nella parte centrale del settore abbiamo continuato lo scavo della struttura circolare semiscavata. Abbiamo terminato lo scavo del livello di vita della struttura databile tra la seconda metà del VI ed il VII secolo; oltre a permettere questa datazione il corredo ceramico (principalmente testi e olle) assieme  alle numerose ossa animali combuste classificano lo spazio come a funzione abitativa. La struttura è alloggiata in un grande taglio di forma circolare che va ad intaccare pesantemente la stratigrafia precedente: il taglio infatti asporta larga parte del livello di argilla grigia US 103. Nella parte meridionale questo taglio asporta anche la parte superiore di tre sepolture tagliate anch'esse nell'US 103. Ne consegue che in questo punto si susseguono tra fasi distinte, la più antica delle quali dovrebbe corrispondere all'argilla grigia di cui dovremo determinare la funzione negli ultimi giorni di scavo.
Nel settore D abbiamo terminato la rimozione degli ultimi due soggetti SK 34 ed SK 36. 

Area 4 - Settore B
Area 4 - Settore B. Rimozione della lastra di copertura della sepoltura SK 43
Area 4 - Settore B. Messa in luce dei due inumati rinvenuti nella zona meridiona
Area 4 - Settore B. Vista da Sud delle due sepolture al termine della giornata d
Area 4 - Settore B. Vista dall'alto della sepoltura con lastra di copertura e de
Area 5 - Settore C
Area 5 - Settore C. La struttura circolare semiscavata in corso di scavo
Area 5 - Settore C. Vista dall'alto della struttura semiscavata al termine della
Area 5 - Settore C. Rimozione del livello di terra rossastra di consistenza argi